Adam, il più giovane proprietario di EV d’Irlanda

Intervista ad Adam, il più giovane proprietario di EV d’Irlanda!

Cosa ci racconta il più giovane proprietario di EV d’Irlanda… L’Associazione Irlandese dei Proprietari di Auto Elettriche (IEVOA – Irish EV Owner Association) ha incontrato e intervistato Adam Nuzum, l’elettromobilista più giovane d’Irlanda. Di seguito riportiamo le domande poste dall’associazione e le brillanti risposte fornite dal ragazzo.

giovane proprietario di EV - Adam e la sua Renault Zoe

Adam e la sua Renault Zoe

IEVOA – Ciao Adam! Hai solo 18 anni e sei quindi il più giovane proprietario di auto elettriche d’Irlanda. Complimenti! Questa è la tua prima vettura?

Adam – Sì, per quanto ne sappia sono il più giovane proprietario di un’auto elettrica in Irlanda. Sì, la Renault Zoe è la mia prima vettura e sono orgoglioso di poter dire che non avrò mai posseduto un’auto con motore a combustione interna!

IEVOA – Quando sei venuto a conoscenza del mondo degli EV e qual è stata la tua prima esperienza con un EV? Qualcuno ha influenzato la tua scelta di entrare nel mondo dell’elettrico?

Adam – Sono venuto a conoscenza dell’esistenza di auto 100% elettriche grazie a mio padre, Daniel, quando nel gennaio del 2015 ha acquistato la sua prima auto elettrica: sempre una Renault Zoe. Mi sono subito innamorato della sua nuova auto, e non appena ho preso la patente di guida – un anno dopo – la Zoe è stata la prima auto che ho guidato. Insomma, è stato mio padre ad influenzare la mia decisione di acquistare un EV.

IEVOA – Hai comprato una Renault Zoe del 2014, puoi dirci perché e quali sono i costi che hai dovuto sostenere e che sostieni, confrontati con quelli di una vettura endotermica (a benzina o diesel)? Il costo dell’assicurazione è elevato?

Adam – Ho preso una Renault Zoe Dynamique Zen del 2014, importandola dal Regno Unito visto che lì le auto elettriche usate sono molto più economiche. Sono rimasto molto soddisfatto del servizio clienti offerto dal venditore del Regno Unito ed anche del supporto locale fornito dal mio concessionario Renault di zona. Grazie alla ricarica pubblica gratuita offerta dalla rete di ESB (società irlandese che si occupa della distribuzione dell’energia elettrica), i costi di gestione sono veramente minimi. Se guidassi una Renault Clio, vettura dello stesso segmento ma termica, spenderei circa 80 euro a settimana per la benzina, sulla base del mio normale chilometraggio settimanale (900 / 1.000 km). In un anno (compresi noleggio batterie e manutenzione ordinaria) spendo circa 1.500 euro, per la Clio il costo complessivo sarebbe vicino ai 5.000 euro. Inoltre la Zoe, come tutti i veicoli elettrici, può beneficiare anche del pagamento della tassa di possesso più bassa, 120 euro l’anno.

L’assicurazione è piuttosto costosa, ma solo perché sono un neopatentato; in ogni caso, la compagnia ha tenuto conto del fatto che si trattava di un’auto elettrica e ha ridotto leggermente il premio.

IEVOA – Come mai hai optato per la Renault Zoe e non per la Nissan Leaf, che è l’auto elettrica più popolare in Irlanda?

Adam – Personalmente ho scelto la Zoe, piuttosto che la Leaf, perché trovo lo stile della francese più giovanile, sia esternamente che internamente. Adoro gli interni chiari e come è stato progettato l’anteriore, che mi ricorda la lama di una turbina eolica. Insomma, preferisco la Zoe!

La rete di ricarica in Irlanda può contare su circa 1.200 punti di ricarica, di cui quasi 800 sono colonnine con potenza massima di 22 kW. Tra tutti gli EV disponibili, la Zoe è senz’altro la più adatta / meglio equipaggiata per la rete di ricarica ESB. Presso una colonnina AC da 22 kW, la Zoe con batteria da 22 kWh (non la nuova ZE 40) riesce a completare una ricarica in poco più di 1 ora! La Nissan LEAF 30 kWh impiega più di 8 ore per ricaricare con il caricabatterie standard da 3 kW, oppure 4 ore se è dotata del caricabatterie opzionale da 6 kW (optional extra che costa 900 euro). Chiaramente la Zoe è la migliore vettura elettrica sul mercato in fatto di capacità / flessibilità di ricarica.

[ N.B.: La Renault Zoe è l’auto elettrica più venduta in Europa nel 2017 (quota di mercato del 10,2%), seguita dalla Nissan LEAF (8,9%) e dalla BMW i3 (4,7%) ].

IEVOA – Secondo te, come si potrebbero convincere gli automobilisti ad abbandonare le auto auto endotermiche per passare alle auto elettriche?

Adam – La maggior parte dei conducenti di auto termiche afferma che sia troppo difficile percorrere lunghe distanze con un’auto elettrica. Vorrei sfatare questo mito… Possiedo la mia Zoe da poco più di 2 settimane, e ho già girato per oltre 2.500 km. A partire da settembre andrò a lavorare a Dublino e a studiare a Maynooth (cittadina situata nel nord della contea di Kildare), dunque farò il pendolare percorrendo agevolmente 1.000 km a settimana.

Consiglierei a chiunque lavori vicino casa o in città di passare subito ad un’auto elettrica. Vedrete che i vostri costi annuali per gli spostamenti si abbasseranno notevolmente. Tutti gli EV hanno il cambio automatico, quindi li troverete molto semplici e comodi da guidare. Grazie al posizionamento del pacco batterie sotto i sedili, troverete il comportamento dell’auto più stabile, visto che il peso dell’accumulatore l’aiuta a stare più attaccata a terra. Inoltre, le vetture elettriche – a differenze di quelle a benzina e a gasolio – possono contare su un sacco di potenza disponibile da subito, cosa che le rende molto divertenti da guidare.

Come afferma il giornalista australiano Robert Llewellyn, “Quando l’elettricità è pulita è economica, quando è sporca è costosa”. In altre parole, l’energia rinnovabile è economica, i combustibili fossili sono costosi. Quindi, più siamo bravi a generare energia elettrica tramite vento, sole e acqua e più conveniente sarà far girare un EV quando ESB inizierà a farsi pagare per le ricariche. Pare che verrà richiesto un importo mensile di 16 euro, che comunque è sempre pochissimo se confrontato con la spesa necessaria per il rifornimento di benzina o gasolio.

IEVOA – Che consiglio daresti ad un giovane automobilista interessato ad acquistare un EV?

Adam – Vorrei consigliare ai giovani e agli studenti di provare a guidare le auto elettriche e di cercare vetture di seconda mano (si possono trovare ottime occasioni). Poi i costi di gestione sono molto bassi rispetto alle auto termiche. Riesco a gestire molto bene le mie uscite, dal momento che so che le mie spese sono fisse grazie alle ricariche gratuite. Anche qualora decidiate di ricaricare l’auto a casa, vi costerà meno di 10 euro a settimana.

IEVOA – Grazie tante Adam per aver condiviso la tua esperienza! Ti auguriamo tanti felici chilometri in elettrico!

Adam – Grazie a voi!

[Qui potete trovare l’articolo originale pubblicato sul sito della Irish EV Owners Association]

Redazione

Redazione

Gruppo Acquisto Auto elettriche GAA

Potrebbero interessarti anche...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi