Vaielettrico, per un mondo più vivibile

Tedeschini scommette sul futuro con la nuova sfida editoriale sulla mobilità sostenibile Vaielettrico.it

In questo articolo riportiamo integralmente la spiegazione gentilmente fornitaci da Mauro Tedeschini sul perché abbia deciso di fondare Vaielettrico.it e sugli obiettivi che questa nuova iniziativa editoriale in ambito e-mobility si prefigge di raggiungere.

VaiElettrico, com’è nata la nuova community

Sono in tanti a chiedermi: perché dopo tanti anni di giornalismo hai fondato Vaielettrico.it? Vuoi andare contro qualcuno? No, non ce l’ho con nessuno, avevo solo voglia di misurarmi con qualcosa di entusiasmante, di nuovo, con una sfida fondamentale per il futuro delle nostre città, se non addirittura del pianeta: costruire auto, moto, scooter, bus, bici e motoscafi a emissioni e rumore zero.

Vaielettrico

Logo di VaiElettrico.it

Raccontarla, questa sfida, senza nascondere nulla dei tanti ostacoli che ancora si devono superare, ma anche enfatizzando il coraggio e la voglia di fare delle tante persone che ci stanno credendo e lavorando.

Non è facile, dicevo: i prezzi delle auto sono ancora alti, c’è il rebus delle ricariche, ci sono le perplessità di chi teme che l’energia venga prodotta con fonti fossili e che quindi il problema delle emissioni si ripresenti, solo travestito con altre forme solo apparentemente più presentabili.

Davanti a queste obiezioni, ci sono due modi di reagire: o se ne prende atto e ci si rassegna, non senza una certa dose di pigrizia; o ci si rimbocca le maniche per capire come i problemi possano essere superati.

Purtroppo in Italia, complice anche un certo orientamento di casa Fiat, sembra prevalere il primo atteggiamento, mentre molti altri paesi (Stati Uniti in testa) si sono buttati a capofitto nella sfida, convinti che chi scommette contro il futuro perde sempre l’intera posta.

VaiElettrico, un luogo per confrontarsi

Vaielettrico.it vuole essere solo un luogo in cui informarsi e discutere di tutto questo, senza estremismi in un senso o nell’altro, nel rispetto delle opinioni di tutti. Spazzando via le fake news che girano sull’elettrico (alcune interessate e sappiamo bene messe in giro da chi), o facendo chiarezza su alcuni luoghi comuni che confondono l’opinione pubblica.

Uno su tutti: l’idea che le auto elettriche siano tutte come la Tesla, supercostose e superpotenti. No, la Casa californiana è un’esperienza preziosa per tutto il mondo dell’automobile, perché ci mostra fin dove può arrivare un veicolo spinto solo da batterie.

Ma l’auto elettrica che noi sogniamo è all’opposto: è piccola esternamente, ma ha più spazio delle normali citycar, perché gran parte del propulsore (le batterie, appunto) può essere ospitata sotto i nostri piedi, contribuendo a risolvere un terzo grande problema: quello della congestione, legato al fatto che troppi di noi si muovono nei centri con bestioni di 5 metri di lunghezza.

Vaielettrico

Renteen per i giovanissimi

In fondo che cosa vogliamo, se non un mondo più vivibile? Vaielettrico è la nostra proposta, la nostra esortazione, non contro qualcuno, ma a favore di tutti.


 

MAURO TEDESCHINI giornalista, ha diretto diversi quotidiani e periodici, tra cui ‘Quattroruote’.

Per 10 anni presidente del Museo Enzo Ferrari di Modena.

 

 

 

Redazione

Redazione

Gruppo Acquisto Auto elettriche GAA

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi