Il successo della ZOE porta a nuove assunzioni

Il successo della ZOE (vendite aumentate del 50% nei primi 9 mesi dell’anno) ha spinto Renault a ricorrere negli ultimi giorni a 250 nuove assunzioni.

Paul Carvalho, direttore dello stabilimento Renault di Cléon (Seine Maritime), comincia ad avere (piacevoli) “grattacapi” dovuti all’inaspettato successo della ZOE, auto 100% elettrica, regina delle vendite in Europa.

successo della ZOE

Il successo della ZOE – Problemi/opportunità

Qualche settimana, Carlos Ghosn, CEO di Renault, ha chiesto lumi sui tempi di consegna della piccola auto elettrica del gruppo ed ha parlato di un “collo di bottiglia” per lo stabilimento ove vengono prodotti i motori elettrici.

Le previsioni sono difficili per quanto riguarda le nuove tecnologie. All’inizio i volumi erano troppo alti, oggi invece non sono sufficienti… Siamo stati sorpresi dalla forte accelerazione degli ordini,

ha detto Carvalho.

Dall’inizio dell’anno le vendite dello ZOE sono salite vertiginosamente, grazie soprattutto alla introduzione della nuova batteria Z.E. 40 che ha innalzato l’autonomia effettiva della vettura a 300 chilometri.

A fine settembre le Zoe hanno raggiunto le 24.100 unità, con un incremento del 50% rispetto ai primi nove mesi del 2016.

Il successo della ZOE – Investimenti francesi

Per le fabbriche Renault, questa è una buona notizia. In passato Cléon ha investito 300 milioni di euro nella produzione del motore elettrico. E il sito sta beneficiando di una parte dei 500 milioni di euro stanziati per l’ammodernamento degli impianti in Francia tra il 2017 e il 2020, nell’ambito dell’accordo di competitività “Cap 2020” firmato all’inizio dell’anno.

CAP 2020, il Contratto di Attività per una Performance sostenibile, ha per scopo proprio quello di preparare il futuro di Renault in Francia per i prossimi tre anni, concentrandosi su tre obiettivi prioritari: la soddisfazione del cliente, la performance sostenibile delle attività e la motivazione dei dipendenti.

Abbiamo appena commissionato un nuovo macchinario, che ci permetterà di aumentare la capacità produttiva dei motori elettrici da 50.000 a 80.000,

riferisce Paul Carvalho.

Il successo della ZOE – Nuovi posti di lavoro

Circa 100 assunzioni aggiuntive a tempo indeterminato sono state annunciate a Cléon due settimane fa, principalmente per potenziare la produzione del motore elettrico; che vanno ad aggiungersi alle 200 già assorbite ad inizio anno.

Il successo del veicolo elettrico non riguarda solo la fabbrica di Cléon. Renault ha anche annunciato 100 reclutamenti aggiuntivi a Flins (Yvelines), il sito industriale dove viene prodotta la ZOE; e 50 a Le Mans (Sarthe), lo stabilimento ove nascono gli assali anteriori e posteriori e il carter della batteria.

E’ ancora troppo presto per dirlo, ma questi annunci inaspettati ci fanno sperare che il numero di operai in Francia possa aumentare ancora quest’anno,

ha detto Bruno Aziere, rappresentante del sindacato CFE CGC.

Per la prima volta da diverso tempo, l’anno scorso in Francia le assunzioni hanno superato le cessazioni dei rapporti di lavoro: nel 2016 il numero dei dipendenti è aumentato di 661 unità, attestandosi a 46.240 unità.

Nell’ambito del piano di competitività firmato all’inizio del 2017, Renault si è impegnata ad assumere in Francia 3.600 persone con contratto a tempo indeterminato nel giro di tre anni, di cui 1.800 solo quest’anno.

[Fonte: Les Echos]

Redazione

Redazione

Gruppo Acquisto Auto elettriche GAA

Potrebbero interessarti anche...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi