Carlos Ghosn e la strategia sugli EV

Carlos Ghosn pronto ad avanzare con l’elettrificazione della gamma Nissan-Renault-Mitsubishi.

Carlos Ghosn è stato il primo CEO tra i grossi produttori di automobili a investire seriamente nel settore delle auto elettriche con l’obiettivo di cercare di renderle alla portata di tutti.

A dire il vero le cose non sono andate benissimo all’inizio per Nissan (né per qualsiasi altro costruttore, dato che la domanda di EV all’inizio di questo decennio è stata pesantemente sovrastimata). Tuttavia, da quando la Nissan LEAF è stata introdotta sul mercato nel dicembre del 2010, sono stati venduti ben 300mila esemplari dell’EV per eccellenza.

Carlos Ghosn e Nissan LEAF

Nissan LEAF 2018

Molto mi dicevano:

Sì, ma potresti sbagliarti… Ma io sapevo che i vincoli sulle emissioni stavano diventando sempre più stringenti. Non c’era altro modo…. Potevamo cercare di risolvere questi limiti tecnicamente, ancora tramite motori a benzina, diesel o anche ibridi. Ma in realtà avevamo bisogno di passare a produrre qualcosa di più radicale, come le auto elettriche.

Per me era ovvio. E ho pensato che il primo che avrebbe iniziato a muoversi in questa direzione ne avrebbe tratto un grosso beneficio, non solo in termini di brand, ma anche in termini di vantaggio nel futuro mercato massa delle auto elettriche.

Ad oggi, l’Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi ha venduto più di 500mila vetture plug-in e, dopo la recente acquisizione di Mitsubishi, la nuova strategia è diventata ancora più audace.

Carlos Ghosn e i piani futuri

Entro il 2022, l’Alleanza intende introdurre ben 12 nuovi modelli completamente elettrici basati su piattaforme comuni. In aggiunta a questi, gli ibridi plug-in si diffonderanno in tutta l’Alleanza, sfruttando l’esperienza di Mitsubishi con l’Outlander PHEV, e altri due utility plug-in entreranno sul mercato nei prossimi due anni.

In una recente intervista, Carlos Ghosn afferma che il resto dell’industria ora sta seguendo Nissan e Renault, annunciando che la corsa all’auto elettrica sta entrando nel vivo:

Ora tutti stanno arrivando. Oggi la realtà appare più chiara a molte persone.

Ghosn riferisce che, grazie all’esperienza iniziale fatta con LEAF e ZOE, l’Alleanza sta progettando i veicoli elettrici di seconda generazione: veicoli che saranno migliori e più accessibili grazie ad una produzione di massa globale che utilizzerà gli stessi motopropulsori e le stesse batterie fra le tre società dell’Alleanza.

La conoscenza acquisita con la LEAF e la ZOE è estremamente preziosa, perché ora sappiamo bene come le persone usano le auto elettriche, di cosa hanno bisogno e quali sono i problemi. Questo ci permetterà di preparare una migliore generazione di auto elettriche nei prossimi sei anni.

Le automobili che stanno arrivando giocheranno un ruolo importante e saranno redditizie, con obiettivi di costo basati sulla nostra reputazione e la migliore tecnologia possibile.

Questo è il nostro piano: Una piattaforma, un set di batterie e un set di motori. Lavoreremo insieme perché i nostri obiettivi sono il mercato di massa e la redditività.

Carlos Ghosn

Carlos Ghosn

Per la Cina, Ghosn prevede un BEV con un prezzo di 8mila dollari. Questo modello super accessibile sarà esportato anche in India e Brasile.

Fonte: Automotive News.

Redazione

Redazione

Gruppo Acquisto Auto elettriche GAA

Potrebbero interessarti anche...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi