Auto elettriche 2018

Auto elettriche 2018: modelli attesi nel prossimo anno.

Auto elettriche 2018. In questo articolo cercheremo di raggruppare le auto 100% elettriche (BEV – Battery Electric Vehicles) che dovrebbero arrivare sul mercato italiano nel corso del 2018.

La Tesla Model 3 non sarà l’unica auto elettrica “attraente” che verrà messa in vendita. Nel 2018, avremo diverse buone auto elettriche tra le quali poter scegliere. Le più interessanti avranno un range EPA (quindi realistico) superiore ai 300 chilometri. E anche i prezzi cominceranno a scendere, soprattutto (ed ovviamente) quelli degli esemplari usati.

Con i prezzi che scendono e le autonomie che crescono, le auto elettriche potranno finalmente abbracciare un pubblico più ampio.

Auto elettriche 2018 – Premesse

Molto probabilmente l’anno 2018 costituirà un punto di svolta per le auto elettriche. Perché? Perché quando s’intende stimare quante unità di un dato articolo verranno prodotte, occorre dare un’occhiata ai fornitori dei componenti più importanti (in primis per gli EV gli accumulatori).

Negli Stati Uniti, la Gigafactory di Tesla sarà in grado di produrre così tante batterie per la Model 3, che potrà finalmente aprirsi una competizione con i veicoli ICE (Internal Combustion Engine) di lusso già dall’anno prossimo. In Europa, le più grandi fabbriche di batterie mai realizzate (quelle di LG Chem e Samsung SDI) inizieranno ad operare per rifornire più velocemente i costruttori automobilistici europei. Di conseguenza, senza la necessità d’inviare celle di batteria in Europa, le fabbriche di batterie sudcoreane potranno indirizzare quasi tutta la loro produzione alle case automobilistiche locali, ossia Kia e Hyundai.

I modelli di auto elettriche potranno avere successo solo se saranno in grado di risolvere i due maggiori ostacoli all’adozione degli EV: la ridotta autonomia e il prezzo d’acquisto elevato. Non ci interessa un modello di auto elettrica con autonomia elevatissima, se poche persone possono o sono disposte a comprarlo.

Ma addentriamoci nella nostra analisi… Ecco l’elenco di quelle che riteniamo essere le più importanti auto elettriche del 2018.

Auto elettriche 2018 – Tesla Model 3

auto elettriche 2018 - Tesla Model 3

Tesla Model 3

Questa è la prima auto elettrica che potrebbe veramente far paura ai brand tedeschi premium. Unisce performance ed efficienza in una bellissima “veste”, cosa che è impossibile da realizzare con un motore a combustione interna.

Se i volumi di produzione diverranno consistenti, essa si collocherà in una categoria completamente diversa da quelle di tutte le altre auto elettriche.

Tuttavia, nel contempo, ogni auto elettrica sta già beneficiando della forte attenzione che la Tesla Model 3 sta ricevendo. Tesla sta sfatando alcuni miti sulle auto elettriche e questo fa sì che la gente voglia saperne sempre di più sul mondo degli EV.

Pertanto, le case automobilistiche tradizionali non potranno più affermare strafottenti che le auto elettriche non hanno futuro e che nessuno le desidera.

Auto elettriche 2018 – Nuova Nissan LEAF

auto elettriche 2018 - nuova Nissan LEAF

Nissan LEAF 2018

Questa è la vettura elettrica che molto probabilmente sarà la seconda auto elettrica più venduta nel 2018, dopo la Tesla Model 3. Non ha importanza se si tratti di una nuova generazione o di un “lifting”, la nuova LEAF vanta – in ogni caso – caratteristiche di sicurezza avanzate, un aspetto più attraente, una ricarica più veloce e un’autonomia maggiore, senza un significativo aumento dei prezzi rispetto al modello in uscita.

Conoscendo le strategie di Nissan, probabilmente non trascorrerà molto tempo prima che per questa vettura vengano proposti sconti rilevanti.

Auto elettriche 2018 – BMW i3 (con batteria da 43,2 kWh)

auto elettriche 2018 - BMW i3

BMW i3

Lo stabilimento di batterie Samsung SDI in Europa (Ungheria) produrrà finalmente le tanto attese celle da 120 Ah. Queste celle di batteria potranno far assemblare una batteria da 43,2 kWh (96 x 3,75 V x 120 Ah) destinata alla BMW i3. Con questa batteria la BMW i3 avrà probabilmente un range EPA di circa 160 miglia (257 km), di poco superiore a quello della Nissan Leaf 2018.

Altre all’autonomia, vi potrebbe essere in futuro un’altra caratteristica in comune tra la Nissan LEAF e la BMW i3, almeno in Europa. Difatti, è dal momento in cui è stato introdotto il caricatore interno trifase (da 11 kW) sulla BMW i3, che Nissan sta prendendo in considerazione l’idea di seguirne l’esempio.

Sembra che Nissan consideri BMW il suo rivale più diretto nel segmento delle vetture elettriche. E questo non perché le loro auto elettriche siano simili, ma perché lo sono le loro strategie. Sia Nissan che BMW non vogliono guidare la rivoluzione dell’elettrico, ma vogliono essere pronti quando questa entrerà nel vivo (e sta già succedendo…).

Auto elettriche 2018 – Hyundai Kona EV

auto elettriche 2018 - Hyundai Kona EV

Hyundai Kona EV

Mentre Nissan reputa di dover prestare attenzione a BMW, forse è in realtà il gruppo Hyundai-Kia che dovrebbe seguire più da vicino…

Il crossover Hyundai Kona EV sarà molto simile al Chevrolet Bolt EV, per dimensioni, caratteristiche, autonomia e (forse) prezzo. La domanda cruciale è la seguente: quale delle due potrà contare su una maggiore disponibilità?

Considerando che il Kona EV è un progetto interno di Hyundai, mentre il Chevrolet Bolt EV è per lo più un progetto esternalizzato a LG Chem, può darsi che Hyundai possa trarre maggiori profitti e per questo essere più disposta a venderlo rispetto alla rivale.

Auto elettriche 2018 – Hyundai IONIQ Electric (con batteria da ~ 46 kWh)

auto elettriche 2018 - Hyundai Ioniq Electric

Hyundai Ioniq Electric

L’anno scorso, prima di deludere tutti con l’annuncio di una batteria di soli 28 kWh per la IONIQ Electric, i piani di Hyundai erano quelli di lanciarla con una batteria da 46 kWh, sufficiente a garantire una percorrenza EPA di 200 miglia (322 km) mantenendo bassi i costi. Non sappiamo esattamente perché abbiano cambiato i piani all’ultimo momento, ma ora che hanno tastato le acque e che hanno ricevuto ottime recensioni e una forte domanda, il range più esteso per la IONIQ Electric potrebbe essere introdotto senza timori…

Con ogni probabilità, per ospitare una batteria più grande, occorrerà estendere l’alloggiamento anche ai sedili anteriori (salvo decisi incrementi della densità energetica).

Finché Toyota non si deciderà a vendere una Prius EV, questa vettura elettrica resterà la “regina” dell’efficienza energetica e quindi una delle nostre preferite (assieme alla Renault Zoe e alla Nissan LEAF). L’unica cosa che non ci piace è la sua scarsa visibilità, che è il lato negativo di un’auto progettata però per ottimizzare al massimo l’aerodinamica.

Auto elettriche 2018 – Kia Niro EV

auto elettriche 2018 - Kia Niro EV

Kia Niro EV

Le versioni ibrida convenzionale e ibrida plug-in della Kia Niro sono già in vendita, ma la versione che a noi interessa maggiormente arriverà solo nel 2018. Mentre il SUV compatto Hyundai Kona EV dovrebbe riscuotere più successo in Europa, i nordamericani probabilmente preferiranno questa alternativa più grande.

Dal momento che la Soul EV riceve le sue batterie dalla SK Innovation, Kia potrebbe rivolgersi a questo fornitore anche per la Niro EV, oppure utilizzare LG Chem come sta facendo la sua “sorella” Hyundai.

Auto elettriche 2018 – Renault Zoe (con batteria ZE 40)

auto elettriche 2018 - Renault ZOE ZE 40

Renault ZOE ZE 40

La Renault Zoe con la batteria ZE 40 non sarà una novità per il 2018, ma con una produzione ampliata e un probabile taglio dei prezzi, cercherà sicuramente di mantenere il titolo di best seller in Europa. Detto questo, può darsi che sarà la “gemella” Nissan LEAF 2018 a strapparle lo scettro.

Auto elettriche 2018 – Chevrolet Bolt EV / Opel Ampera-e

auto elettriche 2018 - Opel Ampera-e

Opel Ampera-e

General Motors e LG Chem hanno costruito una grande auto elettrica, la Bolt EV, tuttavia GM non sembra molto interessata a venderla. Speriamo che qualcosa possa mutare l’anno prossimo, ma molto difficilmente riusciranno a vendere più della Nissan Leaf 2018.

Intorno a dicembre di quest’anno, con il lancio del MY 2018, vedremo se GM intende investire seriamente su quest’auto elettrica. Se alcuni miglioramenti, quali l’aggiunta di una pompa di calore, il cruise control adattativo e la capacità di carica rapida in DC, diventassero degli standard, la vettura potrebbe davvero fare un grosso salto di qualità.

Per concludere, queste sono invece altre auto elettriche che – per ora – non hanno abbastanza spazio per diventare mainstream, ma che potrebbero diventare più popolari in caso di generose riduzioni di prezzo.

Auto elettriche 2018 – Volkswagen e-Golf

auto elettriche 2018 - Volkswagen e-Golf

Volkswagen e-Golf

La Volkswagen  e-Golf è un’ottima auto elettrica, ma ancora cara, che Volkswagen chiaramente non vuole vendere. Tuttavia, se Volkswagen si decidesse a concedere un taglio ai prezzi per posizionarla più o meno alla pari della Nissan LEAF 2018, potrebbe ricevere molti più ordini.

Auto elettriche 2018 – Kia Soul EV

auto elettriche 2018 - Kia Soul EV

Kia Soul EV

La Kia Soul EV ha lo stesso problema della Volkswagen e-Golf. È una buona vettura elettrica, ma ancora troppo cara. Se Kia si decidesse a tagliare notevolmente il prezzo e a renderla realmente disponibile presso tutti i rivenditori, ci saranno buone probabilità che venga notata.

 

Riassumendo, il 2018 sarà secondo noi un anno molto importante per le auto elettriche, non solo perché l’ansia d’autonomia si sta ridimensionando, ma anche perché le sempre più numerose occasioni dal mondo dell’usato le stanno rendendo più accessibili.

E voi, cosa ne pensate? Ci sono altre vetture elettriche che ritenete importanti e che non abbiamo incluso in questa lista?

 

[Articolo ispirato dal post di PushEVs]

Redazione

Redazione

Gruppo Acquisto Auto elettriche GAA

Potrebbero interessarti anche...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi