Viaggio con l’auto elettrica attraverso l’Europa

Un roadmovie elettrico: film di strada di un lungo viaggio con l’auto elettrica.

Viaggio con l’auto elettrica. Un gruppo di giovani con la curiosità e la consapevolezza di svolgere una missione non solo per se stessi, ha realizzato un interessante viaggio con l’auto elettrica in giro per l’Europa e hanno voluto condividere la loro esperienza attraverso un sito web e un simpatico video che documenta la loro impresa.

viaggio con l'auto elettrica - Kia Soul EV

Mentre la capacità di tenuta della maggior parte dei veicoli elettrici nell’affrontare lunghi viaggi in automobile è sconosciuta alle menti di molti potenziali acquirenti, ci sono in circolazione un bel po’ di esperienze documentate di viaggi su strada con veicoli elettrici.

Queste esperienze forniscono la possibilità di farsi un’idea di cosa, i modelli più popolari di auto elettriche (EV), siano in grado di fare, per quanto riguarda i viaggi a lunga distanza. A questo crescente insieme di risorse si aggiunge l’esperienza di un gruppo di giovani che ha recentemente fatto e documentato un viaggio in Europa attraversando un bel numero di paesi con una Kia Soul EV (che ha un’autonomia di circa 160 chilometri).

L’autonomia limitata di questa generazione di auto elettriche è spesso menzionata come una barriera per la guida elettrica. La gente è indotta a pensare che la guida di una EV sia lenta oppure che prima o poi si possa rimanere sul ciglio della strada. Ma è giustificato questo timore? Perché allora non proporre un viaggio con l’auto elettrica?

Inizialmente il gruppo non possedeva un’auto elettrica, il primo ostacolo da superare è stato proprio quello di scegliere una vettura adatta al viaggio. Hanno interpellato diverse case automobilistiche: una macchina elettrica in prestito, in cambio di un film propaganda sul viaggio. La prima ad accogliere la proposta è stata Kia che ha fornito una Kia Soul EV elettrica e una Kia Picanto a benzina, utile quest’ultima per un confronto di costi e prestazioni.

Abbiamo selezionato qualche pezzo interessante del loro resoconto:

… Oltre a trovare una macchina, abbiamo dovuto preparare e pianificare il nostro viaggio. Per vedere una grande varietà di paesaggi e contemporaneamente scegliere un percorso idoneo in cui fossero disponibili delle reti di ricarica, il nostro obiettivo era almeno attraversare le Alpi e raggiungere la Costa Azzurra nel sud della Francia. Un viaggio su strada di queste dimensioni non è stato mai fatto prima con una macchina elettrica a prezzi accessibili. Abbiamo pianificato un possibile percorso di circa 4.000 km (2.485 miglia), in base alla distribuzione delle stazioni di ricarica. Abbiamo puntato su dei caricatori CHAdeMO, che potevano caricare la Soul all’83% nel giro di mezz’ora. Senza alcuna esperienza di guida elettrica, era difficile stimare le distanze che avremmo potuto percorrere in un giorno …

… Dopo una settimana di viaggio, ci troviamo di fronte a una nuova sfida. Secondo le nostre famiglie e gli amici, le Alpi richiedono forza bruta … Rispetto alla Picanto, la Soul sfreccia agevolmente attraverso i tornanti verso l’alto. I veicoli elettrici inoltre hanno la capacità di frenata rigenerativa. Ciò significa che l’auto si ricarica in frenata o in discesa. In cima al passo San Bernardino, a 2.066 metri di altitudine, avevamo un’autonomia residua di  92 km (57 miglia). Dopo aver guidato lungo i tornanti e arrivati a valle, la nostra autonomia era arrivata a 122 km (76 miglia). Includendo la discesa di 10 km (6 miglia), l’autonomia totale era aumentata di 40 km (25 miglia). Non male! …

… La prima stazione di ricarica in Italia sconfigge le nostre preoccupazioni. Le opzioni di pagamento sono semplici: la ricarica è gratis! Abbiamo l’occasione di parlare con due persone che ricaricavano la loro EV accanto a noi. Esse erano responsabili della costruzione di colonnine di ricarica rapide nel Sud Europa. Ci hanno spiegato perché la ricarica è gratuita presso la maggior parte delle sedi in Italia. L’acquisto di una colonnina di ricarica veloce è paragonabile al prezzo di una vettura di classe media. Anche se questo è fuori dalla portata della maggior parte dei consumatori, per le aziende lo sfruttamento di un carica batterie veloce è più facile e meno costoso di una stazione di servizio. Un carica batterie veloce attrae pertanto un mercato in crescita dei guidatori EV che probabilmente potrebbe utilizzare la pausa di ricarica per visitare il proprio negozio …

viaggio con l'auto elettrica Kia Soul EV bianca

… Nel nostro percorso pianificato, l’inizio del viaggio non sembrava presentare difficoltà. A parte l’Olanda, abbiamo potuto utilizzare una scheda di The New Motion in Germania, Belgio e Austria. Sfortunatamente, abbiamo visto che molte reti locali in Germania, Austria e Svizzera non sono compatibili. Alcune postazioni di ricarica lavorano con una App, altre con SMS oppure con ricariche dedicate. Questo può alimentare situazioni difficili. Ad esempio le postazioni di ricarica con SMS spesso si basano su una serie di servizi nazionali (0800) inaccessibili con una scheda SIM estera. …

… Oltre alla incoerenza nelle opzioni di pagamento, ci sono grandi differenze nel calcolo dei costi. In alcune stazioni si paga per sessione, mentre altri fanno pagare al minuto o a chilowatt. A Pietra Ligure, in Italia, abbiamo voluto fare il pieno a partire dal 60% di autonomia alla sola stazione di servizio locale che aveva un caricatore. Questo però non misurava il quantitativo di ricarica e quindi il benzinaio non poteva controllare il nostro consumo. Pertanto, se ne uscì con un prezzo di 10 €. In genere i costi di energia elettrica per una carica completa sono di circa 5 €. …

… In totale abbiamo pagato meno di 50 € per percorrere 4.486 km con la Soul EV, soprattutto perché (la maggior parte) dei caricatori erano gratuiti. …

L’intera storia è molto interessante, e va al di là della descrizione delle differenze dei sistemi di ricarica nei diversi paesi. Vale la pena leggerla e perché no, prendere spunto per un nuovo viaggio all’insegna dell’elettrico.

Per chi fosse interessato, sul sito Electric Roadmovie, c’è un resoconto completo del viaggio con l’auto elettrica, con il dettaglio di tutto il percorso, la descrizione delle stazioni di ricarica, i costi, ecc..

Buon viaggio!

Team GAA

Redazione

Redazione

Gruppo Acquisto Auto elettriche GAA

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi