Il gruppo Renault-Nissan lancerà più di 10 veicoli a guida autonoma nei prossimi 4 anni

Guida autonoma

  • Il quarto gruppo mondiale di auto conferma l’immissione sul mercato delle tecnologie a guida autonoma e sulla connettività entro il 2020.
  • Gli infortuni mortali e gravi sono notevolmente diminuiti; le nuove tecnologie contribuiranno a rendere le auto ancora più sicure.
  • L’alleanza Renault-Nissan assume un nuovo esecutivo incaricato di sovrintendere lo sviluppo di tecnologie sulla connettività.

guida autonoma

Il gruppo Renault-Nissan lancerà nei prossimi quattro anni più di 10 veicoli dotati di tecnologia per la guida autonoma nei seguenti paesi: Stati Uniti, Europa, Giappone e Cina. Il sistema sarà installato sulle auto tradizionali destinate al mercato di massa con prezzi accessibili. L’anno 2016 segnerà il debutto dei veicoli a guida autonoma con “controllo a corsia unica“, una funzione che consente di guidare le auto autonomamente sulle autostrade. Nel 2018, Renault-Nissan lancerà i veicoli con “controllo su più corsie“, che potranno autonomamente individuare gli ostacoli e cambiare corsia durante la guida autostradale. Infine nel 2020 si prevede il lancio della tecnologia con “autonomia a incrocio“, che consentirà al veicolo di attraversare gli incroci della città senza l’intervento del conducente.

driverless and connectivity

Inoltre, l’alleanza Renault-Nissan lancerà una serie di nuove applicazioni per la connettività che consentiranno al guidatore di connettersi col proprio ambiente di lavoro, favoriranno l’intrattenimento e la condivisione sui social network. Entro la fine dell’anno il gruppo lancerà una nuova app car per i dispositivi mobili, che permetterà l’interazione a distanza con la propria auto. L’anno prossimo, sarà lanciato il primo “Alliance Multimedia System“, un sistema che fornirà nuove funzionalità multimediali e di navigazione, così come una migliore integrazione con gli smartphone e gli aggiornamenti wireless delle mappe. Nel 2018, il progetto Alliance Connectivity & Internet of Things supporterà la nuova funzione di assistente personale virtuale per i singoli clienti e le imprese. La nuova tecnologia sarà disponibile come opzione a scelta del guidatore.

L’alleanza Renault-Nissan è profondamente impegnata nel raggiungere il duplice obiettivo di emissioni zero e zero decessi. È per questo che stiamo sviluppando le tecnologie sulla guida autonoma e la connettività per il mercato di massa sui veicoli tradizionali in tre continenti.

Carlos Ghosn, presidente e CEO Renault-Nissan Alliance

Renault-Nissan è già leader del settore per quanto riguarda le emissioni zero; il gruppo ha venduto quasi 300.000 veicoli completamente elettrici da quando la prima Nissan LEAF è stata venduta a San Francisco nel dicembre 2010.
La sicurezza e l’efficienza dei veicoli Renault-Nissan sono aumentate in modo significativo nel corso del tempo. Ad esempio, gli infortuni mortali e gravi in cui sono coinvolti i ​​veicoli Nissan in Giappone sono diminuiti del 61% in 20 anni; quelli relativi ai veicoli Renault in Francia sono diminuiti dell’80% in 15 anni. La guida autonoma dovrebbe contribuire a ridurre ulteriormente l’errore del conducente, che è responsabile al 90% negli incidenti auto.

Il gruppo automobilistico mondiale ha anche annunciato l’assunzione di un nuovo esecutivo per lo sviluppo di nuove tecnologie, Ogi Redzic che guiderà l’iniziativa Connected Vehicles and Mobility Services dell’alleanza nel ruolo di vice presidente senior. Redzic si inserisce in Renault-Nissan, dopo aver lavorato in Nokia, Navteq, Motorola e nella start-up cyberPIXIE che si occupa delle comunicazioni wireless. Di recente ha lavorato come vice presidente senior, in Automotive di Nokia QUI, dove ha condotto il Business Automotive Group. Redzic, nel suo nuovo ruolo si insedierà a Parigi e supervisionerà i team di lavoro in Francia e Giappone.

Dal 2014 il gruppo Renault-Nissan ha unito le proprie forze per lo sviluppo di tecnologie innovative destinate al settore automobilistico, ottimizzando i costi e migliorando la qualità dei propri veicoli. È importante sottolineare che l’azienda ha un budget per la ricerca e lo sviluppo di circa 5 miliardi di dollari e ha centri di ricerca ad Atsugi in Giappone, Guyancourt in Francia, Farmington Hills in Michigan, Sunnyvale in California. Renault-Nissan ha anche grandi centri di ingegneria in India, Brasile, Romania, Turchia e Cina.

Alla prossima,

Team GAA

Redazione

Redazione

Gruppo Acquisto Auto elettriche GAA

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi