Cosa facciamo


Cosa facciamo

Cosa facciamo - Notizie

La nostra attività principale è quella di cercare di fare DIVULGAZIONE in fatto di tematiche relative alla tutela ambientale e, in particolare, alla mobilità sostenibile. Siamo convinti che sia giunto il momento di ripensare il nostro modo di concepire la mobilità, in un’ottica che sia la più rispettosa possibile nei confronti dell’ambiente che ci circonda.

L’Italia è purtroppo uno dei paesi al mondo con il più alto rapporto tra autoveicoli e numero di abitanti (circa 600 ogni 1.000 abitanti); per di più, se andiamo ad analizzare le tipologie di auto vendute al momento, la percentuale di quelle a gasolio è addirittura superiore al 55%!

Già nel 2012 l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha fatto sapere che le emissioni dei diesel sono cancerogene per l’uomo. “Le prove scientifiche sono inconfutabili e le conclusioni del gruppo di lavoro sono state all’unanimità: le emissioni dei motori diesel causano il tumore del polmone “. E’ stata questa la dichiarazione di Christopher Portier – Chairman del Centro Internazionale di ricerca sul Cancro – al termine della settimana di lavoro degli esperti dell’OMS svoltasi a Lione il 12 giugno del 2012. Portier sottolineò inoltre la necessità  che “l’esposizione a questa miscela di prodotti chimici sia ridotta in tutto il mondo”.

Allora cosa fare per cercare di lasciare un modo migliore ai nostri figli ed evitare che il nostro pianeta faccia la stessa fine di quella descritta nel famoso film per bambini Wall-e?

La scelta migliore per noi è quella di cercare di abbandonare le vecchie auto ICE (internal combustion engine) e cercare di passare alle auto elettriche. Le vetture elettriche a batteria (BEV: battery electric vehicle) sono la soluzione migliore, in quanto sono caratterizzate da zero emissioni inquinanti! Tuttavia anche le auto ibride (HEV: hybrid electric vehicles e PHEV: plug-in hybrid electric vehicles), in particolare quelle che prevedono la collaborazione tra un propulsore elettrico e uno termico a benzina, rappresentano al momento una valida alternativa a quelle 100% elettriche, soprattutto in città (in cui lavora maggiormente il motore elettrico).

Cosa facciamo - Gruppi di Acquisto

Quindi, in secondo luogo, per cercare d’incentivare la mobilità sostenibile anche dal punto di vista operativo, noi cerchiamo – in collaborazione con il G.A.I. (Gruppo d’Acquisto Ibrido) – di creare e coordinare GRUPPI DI ACQUISTO per veicoli ovviamente a basso impatto ambientale (meglio se nullo!). Per ulteriori informazioni sulle marche e i modelli che possono essere acquistati in gruppo, nonché sugli sconti che si possono ottenere aderendo alla nostra iniziativa, vi rimandiamo alla pagina:

» Raggiunto accordo con il GAI per la gestione dei gruppi di acquisto.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi