e-Mobility e smart grid: uno sguardo al futuro

 

e-Mobility

 

L’e-Mobility  è la parola chiave che dominerà il prossimo futuro. Essa fa riferimento a tutti quei veicoli che utilizzano l’elettricità come fonte primaria di energia.

L’Unione Europea, per rispondere alle sfide poste dai cambiamenti climatici, dalla sicurezza energetica e dall’aumento dei prezzi del petrolio, si è prefissata in questo ambito obiettivi ambiziosi. Questo ha portato ad adottare programmi e misure finalizzate a diminuire sostanzialmente le emissioni di anidride carbonica dei veicoli privati e commerciali, al fine di raggiungere l’obiettivo fissato a livello di Unione Europea di ridurre le emissioni di gas serra, da parte del settore trasporti, del 20% entro il 2020, rispetto al livello del 1990.

 

eMobility

 

L’e-Mobility attualmente sta dominando il dibattito sul futuro dei trasporti e sta divenendo popolare tra i policy makers, gli istituti di ricerca e l’industria. Le autorità nazionali e locali di alcuni paesi europei che hanno recepito per primi l’importanza della mobilità sostenibile, stanno già fornendo supporto alla introduzione di questi veicoli a basse emissioni di CO2, concedendo loro speciali trattamenti fiscali o favorendone l’uso, rispetto alle auto convenzionali, con altre misure (agevolazioni nei parcheggi, accesso alle zone a traffico limitato, uso delle corsie preferenziali, ecc.).

Verso una società a basse emissioni di carbonio: veicoli elettrici, reti intelligenti ed energie rinnovabili

L’e-Mobility continua a guadagnare velocità in Europa e molti produttori di automobili offrono ora un portafoglio attraente di veicoli elettrici .

Il successo dell’e-mobility è intrinsecamente legato allo sviluppo delle smart grid, ovvero delle reti elettriche intelligenti, dal momento che le infrastrutture di ricarica costituiscono una condizione predominante per l’adozione su larga scala dei veicoli elettrici.

 

smart grid

 

Il passaggio a una società a basse emissioni di carbonio richiederà progressi nella produzione di energia rinnovabile e in e-Mobility. Entrambi richiedono reti intelligenti e tecnologie di stoccaggio dell’energia elettrica per raggiungere il loro pieno potenziale.

Le smart grid saranno la spina dorsale del futuro sistema energetico dell’Unione Europea, la quale ha già stanziato importanti fondi per la ricerca e la loro realizzazione. Queste reti elettriche, con capacità di misurazione e monitoraggio intelligenti e una comunicazione digitale bidirezionale tra fornitore e consumatore, dovrebbero prevedere e rispondere al comportamento e alle azioni di tutti gli utenti connessi.

Il tutto si tradurrà nella fornitura efficiente di servizi di energia elettrica affidabile, economica e sostenibile. Le smart grid potranno anche compensare la produzione di elettricità da fonti rinnovabili intermittenti e non programmabili, la cui fornitura dipende dalle condizioni atmosferiche, come l’energia eolica e solare.

 

e-mobility e smart grid

Un ruolo importante sarà svolto dai veicoli elettrici e altre apparecchiature di accumulazione di energia che possono essere utilizzate per compensare picchi e cali di domanda e offerta di energia elettrica, contribuendo così a ottimizzare la gestione della rete.

Lo sviluppo del trasporto green su strada è fondamentale in quanto le emissioni di gas a effetto serra sono cresciute costantemente.

Il tasso di successo dell’e-Mobility può essere collegato allo sviluppo delle smart grid, poiché queste infrastrutture di ricarica intelligenti aiuteranno l’adozione su larga scala dei veicoli elettrici.

 

Insomma il futuro sembra essere davvero green!

 

Alla prossima,

Team GAA

futuro green

 

 

 

 

 

Redazione

Redazione

Gruppo Acquisto Auto elettriche GAA

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi