Autonomia auto elettriche: quanta ne occorre?

Autonomia auto elettriche: qual è quella realmente sufficiente per soddisfare le esigenze degli automobilisti?

autonomia auto elettriche - Chevrolet Bolt
Autonomia auto elettriche: questo è ora il tema “caldo” in fatto di EV… Se avete deciso di progettare e costruire una macchina elettrica per il mercato di massa di oggi, quanto range vorreste darle? Questo è l’interrogativo che i senior manager di molte case automobilistiche si stanno ponendo in questi giorni.

» Autonomia auto elettriche: Tesla e General Motors

Tesla e General Motors hanno deciso che il numero “magico” per l’autonomia degli EV è 200 miglia (circa 320 km). Questo è quanto ci si aspetta che verrà offerto agli “elettromobilisti” dai tanto attesi modelli che si apprestano ad uscire sul mercato: Tesla Model 3 e Chevrolet Bolt. “I conducenti delle auto elettriche da 100 miglia (160 km) oggi sono costretti ad essere costantemente alla ricerca della stazione per la prossima ricarica”, afferma Larry Nitz, direttore della divisione Global Transmissions & Electrification di General Motors.

LEGGETE IL NOSTRO PRECEDENTE POST: “CES 2016: le migliori auto hi-tech

La stragrande maggioranza dei conducenti EV ricarica la propria auto a casa, durante la notte. Nitz ritiene che 200 miglia siano sufficienti a sedare i timori di ritrovarsi con la batteria scarica durante il giorno, e questo anche in inverno quando le temperature rigide possono ridurre considerevolmente l’autonomia. Secondo lui, anche i suoi concorrenti dovranno produrre auto elettriche con 200 miglia di autonomia. “Anche loro dovranno farlo. È così che funziona il mercato libero”.

autonomia auto elettriche - Tesla Model 3

 

» Autonomia auto elettriche: BMW

José Guerrero, responsabile BMW per il Nord America della divisione Veicoli Elettrici, Modelli ad Alte Prestazioni e Tecnologia Connessa, non è d’accordo. “Anche noi ci siamo ovviamente posti delle domande sulla corsa all’auto elettrica da 200 miglia. Ma non crediamo che una batteria da 200 miglia possa determinare un incremento esponenziale delle vendite. Anzi, montare una batteria da 60 kWh in una i3 vorrebbe dire uccidere il dinamismo della vettura”.

BMW è sempre sensibile al comportamento su strada delle sue automobili. Una batteria con maggiore capacità comporterebbe un peso più elevato e quindi una minore maneggevolezza. L’azienda ha lavorato sodo per assicurare alla sua berlina elettrica i3 un telaio leggero in fibra di carbonio, al fine di mantenere il peso complessivo del suo primo EV di massa il più basso possibile.

autonomia auto elettriche - BMW i3

» Autonomia auto elettriche: Nissan

La berlina elettrica Nissan LEAF ha soltanto circa 80 miglia (130 km) di autonomia, ma ciò non le ha impedito di diventare l’EV più venduto al mondo. Nissan, da quest’anno, sta offrendo agli acquirenti anche la scelta di una batteria più grande. La batteria opzionale aumenterà l’autonomia fino a circa 107 miglia (172 km). Nissan pensa che sia sufficiente, soprattutto perché le statistiche mostrano che l’americano medio guida soltanto per 37 miglia (circa 60 km) al giorno.

NON PERDETE IL NOSTRO ARTICOLO: “Dato ufficiale EPA: autonomia di 172 km per Nissan LEAF 2016 30 kWh

Tuttavia Nissan ha scelto una batteria da 60 kWh per il suo concept IDS. Questa sembra essere esattamente la stessa “taglia” della batteria della Tesla Model 3 e della Chevrolet Bolt. “Siamo consapevoli di ciò che sta accadendo sul mercato”, afferma Ken Kcompt, direttore della Pianificazione di Prodotto per Nissan. “Nissan sta sviluppando batterie con maggiore autonomia. Ci sono diversi modi di guardare alla leadership degli EV. L’autonomia è uno di questi”.

autonomia auto elettriche - concept Nissan IDS

 

» Autonomia auto elettriche: Audi

Siegfried Pint, responsabile Propulsori Elettrici di Audi, pensa che una piccola auto elettrica destinata alla guida cittadina non costituisca la strada giusta da seguire. “La pensavo così sei o sette anni fa”, afferma Pint,  ingegnere addetto ai propulsori elettrici che ha lavorato sulla BMW i3 prima di trasferirsi in Audi. “Ma se si vuole vendere un numero decente di automobili, è necessario realizzare delle auto elettriche che possano diventare ‘la prima macchina‘ di famiglia.” Ciò significa che l’auto elettrica dev’essere in grado di sostituire l’automobile tradizionale – con motore a combustione interna – su qualsiasi tipo di percorso.

L’Audi Q6 e-tron quattro avrà una batteria da 95 kWh, che le consentirà di disporre di un’autonomia di oltre 300 miglia (480 km): molto di più del Model X, il SUV elettrico di Tesla. E per di più si prevede che costerà meno del Model X. Alla domanda sul perché Audi abbia deciso di concentrarsi sul potenziamento dell’autonomia per la sua nuova auto, Pint ha risposto: “È stato un requisito imprescindibile proveniente dal reparto vendite“.

autonomia auto elettriche - Audi Q6 e-tron

 

Allora… Qual è l’autonomia sufficiente per un’auto elettrica? Questa è la domanda a cui le case automobilistiche di tutto il mondo stanno cercando disperatamente di trovare la risposta giusta.
[Articolo tratto da Ecomento.com]

Redazione

Redazione

Gruppo Acquisto Auto elettriche GAA

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi