Le auto elettriche sono contagiose

Le auto elettriche sono contagiose, come i pannelli solari.

Uno studio americano afferma che le auto elettriche sono contagiose, ma perché?

La parola contagioso è spesso utilizzata in medicina per descrivere una tipologia di malattie, ma non tutti i contagi sono necessariamente un male.

auto elettriche sono contagiose

Alcuni studi hanno provato ad esempio che i pannelli solari possono essere “contagiosi”.

In altre parole, il proprietario di una casa è più probabile che installi pannelli solari nella propria abitazione se un suo vicino lo ha già fatto.

Ora, un altro studio indica che lo stesso fenomeno può accadere con le auto elettriche.

In opportune circostanze, le auto elettriche sono contagiose, sostiene un recente articolo pubblicato su Vox: electric cars can be contagious.

L’articolo cita un recente studio del U.S. Department of Energy (DoE), secondo cui i consumatori sono più propensi a prendere in considerazione un’auto elettrica se avessero la certezza della disponibilità di stazioni di ricarica.

In particolare, lo studio ha rilevato che i consumatori sono 20 volte più propensi ad acquistare un’auto elettrica o un’ibrida plug-in se il loro datore di lavoro mettesse a disposizione una stazione di ricarica sul posto di lavoro.

Lo studio non si sofferma sulle motivazioni per cui questo avviene, ma si possono fare diverse ipotesi.

Ad esempio la conoscenza a priori che ci sarà un posto dove ricaricare l’auto elettrica potrebbe ridurre l’incertezza dell’acquisto.

La possibilità di ricaricare l’auto sul posto di lavoro, in particolare, si è dimostrata popolare, in quanto consente ai conducenti di caricare le loro auto in un momento della giornata in cui queste sono comunque parcheggiate e inutilizzate.

auto elettriche sono contagiose

Inoltre, le auto elettriche in questa prima fase di immissione sul mercato, giocano un ruolo importante nella sperimentazione di nuove tecnologie. Infatti le persone che acquistano per prime queste auto sono disposte ad affrontare i problemi che si presentano quasi sempre con le nuove tecnologie, aprendo la strada all’adozione su larga scala da parte di altri consumatori.

In effetti, molti dei primi acquirenti di EV hanno assolto la funzione di “sostenitori entusiastici” e hanno contribuito a promuovere i veicoli plug-in condividendo le loro esperienze con altri automobilisti.

Eppure, mentre i proprietari sono spesso desiderosi di promuovere le auto elettriche, i concessionari il più delle volte non riescono a venderle.

Un recente studio di Sierra Club sulle esperienze di alcuni volontari che hanno richiesto auto elettriche ai concessionari, ha rilevato che le case automobilistiche e i concessionari potrebbero fare di più per vendere auto elettriche.

I volontari hanno notato che i rivenditori spesso non hanno auto elettriche a disposizione per i test drive e il personale manca di conoscenze fondamentali su di esse.

Il Sierra Club ha raccomandato che le case automobilistiche debbano offrire ai concessionari un inventario più ampio di auto elettriche e i concessionari a loro volta, devono darne maggiore evidenza al pubblico garantendo un personale adeguatamente istruito.

Forse dobbiamo attendere che il contagio dell’auto elettrica si diffonda maggiormente per creare un’epidemia conclamata. 🙂

Alla prossima,

Team GAA

Redazione

Redazione

Gruppo Acquisto Auto elettriche GAA

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi